FC CAMORINO VS AS GORDUNO (SABATO 29 MARZO 2008)

 

Risultato

Reti

Assist

Ammoniti

Espulsi

0-1

-

-

-

-


Situazione meteo
: Serata fresca e serena.

 

La partita:

Parte subito forte il Gorduno, azione sviluppata sulla sinistra e cross in mezzo alla cerca di un attaccante ben piazzato che, però, viene anticipato dalla provvidenziale uscita di pugno del portiere camorinese. Passa poco tempo e vi è un tiro rasoterra incrociato dalla destra che Canalicchio para tuffandosi sulla propria destra. Ancora ospiti in avanti con un’azione sulla sinistra, conclusione con un potente rasoterra da fuori area, pallone bloccato a terra da Canalicchio in tuffo. In seguito vi è un lancio sul limite dell’area, Canalicchio esce, ma non riesce a colpire il pallone, in compenso costringe l’avversario ad allargarsi andando a finire quasi sul fondo, da lì tenta di rimettere in mezzo ma il pallone si perde sul fondo col portiere già rientrato tra i pali. Nuovamente Gorduno, incursione centrale in area, l’attaccante colpisce di piatto sul secondo palo a tu per tu con Canalicchio che però trova il riflesso giusto e con la mano sinistra riesce a respingere, il pallone giunge sui piedi di Murru, il quale allontana facendo arrivare la sfera all’altezza del limite dell’area in cui è piazzato un avversario, il cui tiro è però una svirgolata che s’impenna e finisce tra le braccia del portiere di casa. Finalmente Camorino in avanti con un lancio pressoché casuale, N.Dashi ci crede, ma il portiere è in vantaggio, non controlla però il pallone, ma l’attaccante camorinese non si fa trovare preparato e quindi l’estremo difensore riesce a tornare sul pallone e a spazzare in fallo laterale. Sul finale di tempo ospiti ancora pericolosi con una palla servita dalla destra in profondità, il tiro da posizione defilata è potente, ma Canalicchio blocca sicuro.

La ripresa è un prosieguo dell’antifona del primo. Azione sulla sinistra, pallone messo in mezzo e conclusione di prima intenzione bloccata da Canalicchio in tuffo con un attaccante pronto ad approfittare di un’eventuale ribattuta. Successivamente arriva la rete che decide l’incontro, lancio a scavalcare una difesa poco reattiva, l’attaccante avversario supera di slancio Murru e accentrandosi arriva davanti al portiere battendolo sul secondo palo. Ancora Gorduno, azione personale di un’attaccante ospite che entra in area e ormai solo conclude male passando di fatto il pallone a Canalicchio, il quale si rende nuovamente protagonista di lì a poco con un intervento importante sull’ennesima incursione in area conclusa con un potente tiro da distanza ravvicinata parato con un braccio proteso sulla propria destra. La formazione di casa torna a farsi viva con N.Dashi che, ben servito in profondità, calcia da posizione defilata cogliendo solo l’esterno della rete. Nuovamente Gorduno pericoloso, azione manovrata sulla destra, ingresso in area e passaggio all’indietro per la conclusione immediata sul secondo palo, Canalicchio si allunga sulla destra e devia la sfera che però finisce tra i piedi di un attaccante posizionato ad una ventina di centimetri dalla linea di porta, al momento di appoggiare in rete è tuttavia “vittima” del ritorno del portiere che con un tuffo disperato toglie il pallone dai piedi dell’avversario. Infine una punizione battuta dal limite dell’area viene parata ancora da Canalicchio sulla propria sinistra.

Prima partita per il nuovo allenatore Bontognali molto sofferta, il risultato poteva essere decisamente più rotondo.

 

I giocatori nel dettaglio:

 

Canalicchio:

Poche o nulle le responsabilità sulla rete subita, sono invece molti i meriti per quelle che ha evitato a più riprese, in particolar modo nella ripresa quando ha salvato ripetutamente dalla débacle la propria squadra con ripetuti interventi alla difesa della propria porta.

 

Bremen:

Nonostante una caviglia gonfia riesce a disputare un buon incontro. Sempre molto presente nei palloni aerei e puntuale nelle chiusure.

 

Murru:

Un ritorno molto atteso il suo in una partita difficile disputata in maniera piuttosto pulita se non fosse per l’attimo di distrazione fatale che è costata la rete decisiva, il richiamo a M.Bernasconi ha avuto come conseguenza quel secondo di ritardo nello scattare che ha permesso all’avversario di arrivare prima dei due centrale. Abile di testa e nell’amministrare i palloni capitatigli, è anche molto preciso nei lanci per i compagni e piuttosto tranquillo in un contesto di costante sofferenza per la squadra. Nel primo tempo sfiora la rete su punizione da distanza siderale, ma il pallone si perde di poco sul fondo dopo che il portiere aveva valutato male la traiettoria del tiro-cross.

 

M.Bernasconi:

Molto bene nell’uno contro uno, ma spesso si fa portare fuori posizione. È la sua prima volta da centrale difensivo in una difesa a quattro e lo si vede. In occasione della rete si fa distrarre da un richiamo del compagno di reparto Murru.

 

G.Dashi:

Nei primi venti minuti è totalmente spaesato, fatica in un ruolo non suo e gestisce con molto nervosismo ogni pallone che gli capita trai piedi. Migliora col passare dei minuti ma si fa saltare troppo facilmente nell’uno contro uno. Troppo irruente.

 

Manfreda:

Gioca d’avanti alla difesa con una notevole personalità, recupera molti pallone mettendo in mostra la sua indole battagliera e palla al piede si esibisce in buoni passaggi tentando più volte anche dei cambi di gioco che, però, non sempre gli riescono.

 

Mazzucchelli:

Totalmente apatico, le qualità ci sarebbero ma la personalità in campo continua a fargli difetto. Si limita a svolgere solo il compitino senza mai tentare qualcosa di più.

 

Torti:

Poco presente in mezzo al campo sebbene l’impegno non gli faccia difetto, a volte è lento nel far girare il pallone e sbaglia qualche passaggio di troppo.

 

Costa:

Gestisce discretamente la maggior parte dei palloni che tocca perdendone davvero pochi, ma soffre eccessivamente la fisicità dei centrocampisti avversari e difensivamente non riesce a farsi valere.

 

Finelli:

Non riesce ad entrare in partita, soffre moltissimo la pressione avversaria e difensivamente dev’essere costantemente richiamato dai compagni. Sbaglia molti controlli.

 

N.Dashi:

È costantemente isolato in mezzo alla retroguardia del Gorduno che fisicamente lo sovrasta. Ha pochissimi palloni giocabili e non sfrutta a dovere i pochi a disposizione.

 

Di Domenico:

Entra al posto di Manfreda ma non riesce a sostituirne il rendimento. Troppo impreciso nei controlli e spesso anche nei lanci.

 

D’Angelo:

Entrato al posto di Costa si fa quasi subito male, dopo qualche minuto rientra ma gioca praticamente da fermo, non si propone, né tenta di farlo.

 

Bisig:

Sostituisce nella ripresa Mazzucchelli e cerca di proporsi di più, mostra come sempre un ottimo impegno anche in un ruolo a lui non congeniale, nel finale viene spostato in attacco ma è davvero difficile trovare qualche spazio d’avanti.

 

Formazione iniziale:

 

 

N.Dashi

 

 

Mazzucchelli        Torti                       Costa                     Finelli

Manfreda

 

Bremen                 Murru                    M.Bernasconi              G.Dashi

 

 

 

Canalicchio