AS LUSITANOS VS FC CAMORINO (DOMENICA 20 APRILE 2008)

 

Risultato

Reti

Assist

Ammoniti

Espulsi

0-0

-

-

G.Bernasconi/ J.Dashi/ Bremen

Christian Ferrara


Situazione meteo:
Pomeriggio fresco e nuvoloso con terreno bagnato.


La partita:

Gara ricca di emozioni a dispetto del risultato finale. Sono i padroni di casa a rendersi pericolosi per primi con una punizione calciata in mezzo dalla sinistra, la palla è colpita di testa da un attaccante e centra il palo con Cuoco immobile. Subito dopo Cuoco è chiamato all’uscita di piede fuori dall’area ad anticipare l’attaccante portoghese e mettendo la palla in fallo laterale, quest’ultimo viene battuto celermente, quindi vi è un cross con susseguente colpo di testa, ma Cuoco ci arriva e alza sopra la traversa, dalla bandierina arriva però un altro pericolo portato da una deviazione aerea da distanza ravvicinata, il pallone è centrale e trova ancora Cuoco reattivo a respingere. Nuovamente Lusitanos in avanti con una punizione dalla distanza, la battuta è centrale, Cuoco para dapprima in maniera poco ortodossa con le ginocchia, per poi bloccare in un secondo tempo nonostante la pressione di un avversario. In seguito un passaggio in profondità trova Ferrara in ritardo e lascia un corridoio centrale per un attaccante portoghese che in velocità mette in difficoltà G.Dashi, il quale riesce comunque a deviare in angolo. Finalmente Camorino in avanti con una punizione di Ferrara leggermente deviata, il pallone rimbalza centrale davanti al portiere che non trattiene, G.Bernasconi esegue una rovesciata sulla respinta ma la sfera finisce ancora centrale tra le braccia del portiere.

La seconda frazione si apre senza grandi occasioni e con tanto nervosismo, dopo un po’ vi è un lancio dalla destra sul secondo palo per N.Dashi, quest’ultimo anticipa il portiere ma subisce il ritorno del difensore che spazza in angolo. Successivamente una punizione dalla trequarti sul secondo palo trova il colpo di testa di Häusermann che incrocia la battuta e coglie in pieno la base del montante, sul rimbalzo giunge un difensore e sventa in angolo, dalla bandierina Costa calcia a rientrare scavalcando il portiere, Ferrara praticamente sulla linea di porta mette in rete, ma l’arbitro annulla ed ammonisce il difensore per un presunto fallo di mano. Gli ospiti ci riprovano con J.Dashi che lancia Costa in area, il centrocampista mette giù bene ma viene steso da un avversario in scivolata e si conquista un rigore della cui battuta s’incarica N.Dashi, il quale calcia lentamente e a mezza altezza alla destra del portiere che riesce a parare senza eccessivi patemi. Insiste però il Camorino con Bremen che raccoglie un pallone al limite dell’area e calcia di sinistro rasoterra, ma un difensore in scivolata alza la conclusione al di sopra della trasversale di pochissimi centimetri a portiere ormai battuto. Pochi minuti dopo, un giocatore dei Lusitanos s’invola verso la porta con la retroguardia ospite ferma credendo erroneamente che fosse in fuorigioco, Ferrara con un grande intervento recupera e ferma l’attaccante portoghese che protesta per l’intervento e si fa ammonire per la seconda volta dall’arbitro. Lo stesso Ferrara, spostato in attacco, colpisce di mano in area un pallone lanciato su di lui e si “guadagna” anch’esso la seconda ammonizione. Nel finale una punizione dei giocatori di casa viene spizzicata da un attaccante davanti a Cuoco che è bravo a respingere istintivamente di piede.

Partita meritata a tratti da una formazione, a tratti dall’altra, dunque il pareggio è forse il risultato più giusto.

 

I giocatori nel dettaglio:

 

Cuoco:

Prestazione senza macchia e senza reti subite, il tutto suggellato da tre interventi che hanno salvato il risultato e consegnato un punto alla propria squadra. Se il Camorino non ha vinto la colpa non è certo sua, ma se non ha perso, grandi meriti li ha lui.

 

Nicollaj:

In una partita estremamente nervosa, lui riesci a metterci molto agonismo senza esagerare, è sempre roccioso nei contrasti e puntuale in difesa, sbaglia invece qualche disimpegno quando si ritrova col pallone trai piedi.

 

Ferrara:

Ottimo debutto per l’esperto centrale difensivo, purtroppo un’ingenuità nel secondo tempo gli costa il secondo cartellino giallo e dunque l’espulsione. È però ingiusta la prima ammonizione in occasione della rete annullata in quanto il pallone è stato colpito col ventre e non con la mano. Poco prima del suo forzato abbandono si è reso protagonista di un eccellente intervento in scivolata da ultimo uomo che ha risolto una difficile situazione.

 

G.Dashi:

Nella prima frazione di gara è stato in grande apprensione, ha sbagliato molti passaggi e si è fatto saltare con troppa facilità mostrando un’eccessiva lentezza. Nel secondo tempo è migliorato ed ha sbagliato meno, ma le disattenzioni ci non sono del tutto svanite.

 

Bremen:

Anche in questa gara ha giocato in condizioni non ottimali, a quanto si è visto sembrava stare anche peggio del solito non riuscendo a spingere come aveva abituato in passato. Ciononostante è stato difensivamente impeccabile ed ha sfiorato la rete nella ripresa. Nonostante gli acciacchi non tira mai indietro la gamba, la qual cosa non è certo da tutti.

 

Manfreda:

In fase difensiva mette il solito impegno, combatte su ogni pallone, ma non riesce ad incidere e ad entrare nel vivo delle azioni. È sostituito alla fine del primo tempo da Costa.

 

J.Dashi:

Decisamente sottotono rispetto alla gara precedente, esagera nel portare palla e sbaglia molti disimpegni, inoltre in fase d’interdizione non è particolarmente presente.

 

Torti:

Primo tempo in fascia destra, qualche buono spunto e tanta corsa, nella ripresa gioca da centrale ma non riesce a mettere quell’ordine che ci si aspetterebbe, ma il gioco avversario non gli ha certo reso il compito facile. Si ritrova sui piedi un paio di palloni invitanti da fuori area, ma le conclusioni sono decisamente da dimenticare.

 

N.Dashi:

Corre e s’impegna ma non incide e fatica a rendersi pericoloso, ha una ghiottissima opportunità nella ripresa con il rigore, ma lo calcia malamente e se lo fa parare.

 

Finelli:

In attacco non si trova e si vede, finisce spesso col pestare i piedi a Torti andando fuori posizione. Nella ripresa gioca meglio anche se continua a stare molto largo, ma è lì che si trova e qualche bella iniziativa riesce a prenderla prima di essere sostituito da Häusermann.

 

G.Bernasconi:

È una gara di puro combattimento la sua, le dà e le prende, riceve un’ammonizione per essere andato in scivolata sul portiere in uscita, si conquista tantissimi falli e ne commette anche qualcuno. Non ha moltissime palle giocabili e quando gliene capita qualcuna gioca perlopiù di sponda. Sfiora il capolavoro in rovesciata ma è sfortunato poiché la conclusione finisce centrale, a parte quest’occasione ha il demerito di non riuscire a creare reali pericoli.

 

Costa:

Entra al posto di Manfreda e si schiera sulla sinistra giocando bene. Si procura un rigore e calcia un angolo che probabilmente finirebbe in porta da solo se Ferrara non lo deviasse, purtroppo l’arbitro annulla e priva entrambi della possibilità di gioire per il presunto tocco di mano del difensore.

 

Häusermann:

Sostituisce Finelli e subito coglie il palo con un ottimo colpo di testa ad incrociare, poi si spegne e non combina più granché.

 

Formazione iniziale:

 

 

G.Bernasconi

 

N.Dashi                                                Finelli

 

Bremen                  Manfreda                              J.Dashi                  Torti

 

 

Nicollaj                  Ferrara                   G.Dashi

 

 

 

Cuoco