FC CAMORINO VS AC TENERO (SABATO 3 MAGGIO 2008)

 

Risultato

Reti

Assist

Ammoniti

Espulsi

0-1

-

-

Oliver Torti

-


Situazione meteo:
pomeriggio caldo e asciutto.


La partita:

Incontro che inizia con il Camorino che controlla il gioco, il primo pericolo parte da un passaggio messo in mezzo da N.Dashi per G.Bernasconi che, un po’ in ritardo, deve allungarsi in scivolata per poi calciare alto. Poco più tardi G.Bernasconi è protagonista di una bella discesa sulla destra, dopo aver saltato un paio di uomini in velocità, passa in mezzo per J.Dashi, il quale dà al fratello Nikolle appostato sul secondo palo, quest’ultimo controlla e cerca il tocco morbido a rientrare ma il pallone si spegne di poco sul fondo. Gli ospiti si fanno vivi con una punizione dal limite, il pallone è toccato a favore di un attaccante che conclude di potenza segnando a fil di palo sulla destra del portiere.

Dopo la rete i padroni di casa si smarriscono per una decina di minuti, un pallone è servito in area ad un attaccante appostato solo contro Canalicchio, la sua conclusione di potenza è destinata ad insaccarsi sotto la traversa alla sinistra del portiere, ma quest’ultimo devia abilmente in calcio d’angolo. Dalla bandierina arriva un nuovo pericolo, la battuta è respinta ma subito rimessa in mezzo, un primo giocatore tenta la rovesciata mancando il pallone, un secondo se lo ritrova sul limite dell’area piccola e può concludere in tutta comodità, ma Canalicchio è ben piazzato e respinge d’istinto. Ancora Tenero pericoloso con una mischia in area, la sfera giunge ad un attaccante che, piazzato sul lato destro dell’area piccola, cerca il pallonetto ma ancora Canalicchio, in uscita bassa, riesce a ribattere a braccia protese.

Dopo questi dieci minuti di buio totale tornano a farsi vivi i padroni di casa con una punizione di Nicollaj dalla sinistra, il pallone è calciato morbido sul secondo palo per l’accorrente N.Dashi che, allungandosi, manda sull’esterno della rete.

La ripresa si apre con il Camorino che gestisce il gioco e dopo qualche minuto va vicino al pareggio, tiro di N.Dashi dalla destra, la traiettoria è destinata sul fondo, ma G.Bernasconi riesce a deviare verso la porta e a superare il portiere, ma sulla linea un difensore salva miracolosamente. Ancora camorinesi in avanti, Finelli dalla destra ha una grande opportunità, entra in area e può appoggiare a preferenza a G.Bernasconi appostato dietro, o a N.Dashi in mezzo all’area, decide invece di cercare una via di mezzo tra la conclusione ed un passaggio a caso con il pallone che attraversa così tutta l’area di rigore senza che nessuno possa intervenire.

A questo punto si rivede il Tenero, cross dalla sinistra per un attaccante, quest’ultimo controlla e conclude di piatto a rete, ma l’arbitro annulla per un fallo di mano che probabilmente non c’era. Nel frattempo le squadre si allungano un po’, ma non ci saranno più grosse opportunità.

Altra partita giocata bene ma finita con una sconfitta. Tolti i minuti dopo la rete subita, il Camorino ha pressoché sempre condotto il gioco ed è uscito a testa più che alta contro i momentanei primi della classe.

Formazione iniziale:

 

 

N.Dashi                        G.Bernasconi

 

 

 

Costa               J.Dashi             Torti                 Finelli

 

 

Bremen            Ferrara             Nicollaj             G.Dashi

 

 

 

Canalicchio

 


GIANFRANCO BONTOGNALI:


In un momento non facile riesce a farsi accettare dal gruppo ed a portare un rinnovato entusiasmo che un po’ mancava. Dà ordine e disciplina tattica con degli allenamenti mirati che la squadra riesce a riproporre in campo mostrando una qualità di gioco che mancava. Sebbene i risultati non siano stati particolarmente costanti (due vittorie, tre sconfitte ed un pareggio), le prestazioni sono state un crescendo continuo.

Abbandona la panchina dopo aver ricevuto un’offerta dal Giubiasco che, come d’accordo sin dall’inizio con la società, gli ha permesso di liberarsi. Il suo addio non è stato gradito da parte di molti giocatori e questo testimonia come sia riuscito a farsi ben volere in poco più di un mese.